fbpx
Loading...
Attendere prego
Please wait

La ricerca farmaceutica in ambito veterinario

10-fegato

L’importanza degli integratori per mantenere in salute il fegato del cavallo

Il fegato è da sempre considerato un organo molto complesso ed importante.

Anche le antiche culture, e qualche odierna tradizione orientale, individuavano nel fegato il centro di diverse condizioni spirituali ed emotive. Già i romani erano consapevoli della sua grande importanza dandogli una posizione centrale nel metabolismo senza contare che gli aruspici, sacerdoti etruschi ai quali si riconoscevano arti divinatorie, sostenevano di potervi leggere il futuro in quanto rappresentazione della volta celeste.

Oggi, grazie alle scienze mediche, siamo consci della sua reale e vitale importanza. Nel fegato avvengono infatti gli importanti cicli biologici dei carboidrati, dei grassi, delle proteine nonché delle vitamine. In questo importante organo vengono demoliti gli ormoni endogeni e l’emoglobina. Funge anche da riserva di alcune sostanze, tra cui il glucosio (sotto forma di glicogeno), la vitamina B12, e importanti elementi come ferro e rame.

Il fegato secerne i sali biliari ottenendoli a partire dal colesterolo. Queste sostanze sono sali di glicina o taurina e sono fondamentali per digerire ed assorbire i grassi e di conseguenza le vitamine liposolubili. Sono così preziosi che l’intestino ne riassorbe la quasi totalità per riportarli al fegato.
Il fegato ha anche il compito di distruggere e inviare agli apparati escretori sostanze tossiche per l’organismo come l’ammoniaca e i cataboliti delle proteine.

La funzione detossificante è ben osservabile perfino a livello citologico. Gli epatociti, infatti, presentano un abbondante reticolo endoplasmatico liscio, struttura che accoglie sulla sua superficie tutti gli enzimi deputati allo smaltimento dei così detti xenobiotici ovvero sostanze tossiche artificiali o naturali provenienti dall’esterno dell’organismo.

Dobbiamo rammentare che il cavallo, come tutti i predati, è un animale nevrile che poco sopporta gli stress. Questa predisposizione, in natura, gli salva la vita perché gli consente di darsi alla fuga in modo veloce ed efficace. In cattività il cavallo si sente protetto e tranquillo ma basta poco perché la sua natura si manifesti in modo spesso accentuato. Nei cavalli sportivi il trasporto, gli allenamenti prolungati e la stessa ansia da prestazioni, possono, se non adeguatamente contrastati, contribuire a mettere in difficoltà il fegato.

Squilibri dietetici, intossicazioni, esposizione ad agenti nocivi oppure ancora trattamenti farmacologici prolungati, possono gravare sulla salute del fegato diminuendone la capacità di eliminare le sostanze dannose e compromettendo così la salute generale dell’animale. 

Diversi farmaci, indispensabili per le più comuni terapie hanno per contro effetti tossici, anche se reversibili e sopportabili in rapporto ai benefici terapeutici.
Quanto detto rende evidente la necessità di difendere la salute di questo importante organo durante tutte le situazioni critiche che possono coinvolgerlo.  Per farlo è necessario immettere nelle dieta del cavallo le giuste vitamine epatotrope e gli amminoacidi che possono intervenire nella funzione detossificante.

Un fegato stressato può andare incontro a carenza di vitamine del gruppo B, che comprende la vitamina B1, B2 E B12, fondamentali precursori dei coenzimi coinvolti nei cicli metabolici epatici. L’integrazione di queste vitamine risulta quindi di fondamentale importanza per riportare a regime l’organo.

Come abbiamo detto la Taurina è un componente degli acidi biliari ed è coinvolta nell’assorbimento dei grassi, è un efficace antiossidante dei cataboliti che si formano durante l’attività fisica e che vengono smaltiti proprio dal fegato. La sua struttura chimica le permette di reagire direttamente con quella di alcune tossine, neutralizzandole: legandosi alle sostanze tossiche, le rende più solubili in acqua e più facili da smaltire a livello renale. Una sua integrazione è fondamentale per mantenere o migliorare l’omeostasi epatica.

Per mantenere il fegato del cavallo in salute i ricercatori Acme hanno formulato due integratori specifici:

Hepamet è un integratore specificatamente formulato per garantire il giusto apporto di vitamine e aminoacidi per proteggere e supportare il fegato del cavallo. La sua composizione comprende le vitamine del gruppo B – B1, B2, B6 e B12 – che hanno funzione epatoprotettrice e riattivano il metabolismo epatico, mentre gli aminoacidi stimolano la detossificazione.

Per la composizione e il modo d’uso scarica la scheda tecnica

Bull Power è un integratore alimentare a base di taurina specificatamente formulato per favorire il recupero dopo un intenso sforzo fisico e limitare lo stress ossidativo. La taurina, infatti ha un’azione antiossidante e stimola il sistema immunitario, inoltre favorisce l’eliminazione delle sostanze tossiche prodotte dall’organismo aiutando il lavoro del fegato.

Per la composizione e il modo d’uso scarica la scheda tecnica